L’Arcangelo Michele (Michael) è l’unico arcangelo nominato nei più importanti testi sacri delle religioni monoteiste del mondo: la Torah (per l’Ebraismo), la Bibbia (per il Cristianesimo) e il Corano (per l’Islam). Tutte e tre considerano l’Arcangelo Michele come un angelo che combatte il male con il potere del bene.

Eventi conosciuti con l’apparizione dell’Arcangelo Michele

Prima di tutto, nel giardino dell’Eden l’Arcangelo Michele aveva come principale responsabilità quella di aiutare Adamo ed Eva e insegnare loro come coltivare. Dopo che furono cacciati dall’Eden, Michele persuade Dio a lasciare che alla morte di Adamo, la sua anima di Adamo vada in Paradiso.

Dopo lo si trova nel Testamento di Abramo; in questo caso Michele viene descritto come l’angelo che guida le anime umane verso il mondo successivo e annunciò ad Abramo che stava per morire.

Nell’Apocalisse, l’Arcangelo Michele e i suoi angeli combattono contro il drago.

Nel Medio Evo, apparve a Giovanna d’Arco. Grazie agli atti scritti del processo che la condannò, sappiamo che lei sentiva la voce di Michele mentre Egli la guidava e incoraggiava.

Finalmente, in tempi più recenti, Papa Leone XIII ebbe una visione sull’Arcangelo Michele in cui quest’ultimo combatté contro Satana e lo rimandò all’inferno. Come risultato di questa visione, Papa Leone XIII scrisse la famosa preghiera a San Michele.

Le caratteristiche dell’Arcangelo Michele

L’arcangelo Michele, il cui nome significa “colui che è come Dio”, è un angelo molto potente e il suo compito è quello di proteggere e difendere le persone con la sua spada di giustizia e verità e, di solito, viene descritto come il “capo” degli Angeli e dell’esercito di Dio.

Secondo le scritture tradizionali, l’Arcangelo Michele ha quattro responsabilità o compiti principali:
combattere Satana;
scortare le anime in Paradiso al momento della morte;
essere un campione per tutti i cristiani;
chiamare gli uomini per il loro giudizio celeste.

Come invocare l’Arcangelo Michele

Per ricevere l’aiuto dell’Arcangelo Michele, è sufficiente invocarlo. Le modalità più efficaci e veloci per entrare in contatto con Lui sono la preghiera e la meditazione.

La preghiera

La prima modalità è la preghiera, perché quando preghi, entri in contatto diretto con l’arcangelo Michele, puoi parlargli e ascoltare le sue risposte. Scegli un luogo calmo, rilassati e inizia a pregare. Puoi utilizzare una preghiera conosciuta, come l’esempio seguente:

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia;
sii nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del diavolo.
Che Dio eserciti su di lui il suo dominio, preghiamo supplichevoli:
e tu, o Principe della milizia celeste, col divino potere ricaccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni
he si aggirano per il mondo per perdere le anime. Amen.”

Secondo me è ancora più efficace creare la tua preghiera adattandola alla tua situazione; questo è un esempio di preghiera che potresti utilizzare:

Arcangelo Michele, ti chiedo di proteggermi e aiutarmi
in questa situazione (specifica brevemente quale).
Per favore aiutami a rimanere in contatto con la mia anima, proteggimi in modo da seguire il percorso migliore per me,
il mio massimo bene
e il massimo bene delle altre persone coinvolte nella mia situazione. Aiutami per favore a percepire in modo chiaro
e capire i messaggi e segnali che mi invii.
Grazie, grazie, grazie. Cosi sia.

Sarebbe una buona pratica pregare sempre alla stessa ora se ti è possibile, vedi tu cosa va bene per te!
Per esempio alla sera, prima di addormentarti, la tua mente si calma e i segnali e consigli dell’Arcangelo possono più facilmente entrare nei tuoi sogni e nel tuo inconscio.

Se lo invochi con sincerità e integrità, Michele verrà a te e ti aiuterà, sii ne certa. La tua fede nel suo aiuto ti dà un’ulteriore supporto energetico ed efficace per ricevere la sua protezione

La meditazione

La seconda modalità è la meditazione. In questo caso, sistemati in un luogo calmo (dentro casa o fuori in Natura), inizia a respirare profondamente e rilassati. Prenditi tutto il tempo che ti serve, senza affrettare le cose; vedrai che con l’abitudine, questa fase diventerà sempre più facile e rapida.

Potresti mettere una musica rilassante, accendere una candela e/ dell’incenso, ma solo se ti piace, poi concentrati sul tuo respiro e senti l’aria che entra nelle narici, passa per la trachea e riempie i polmoni; poi lascia andare i pensieri… senti le emozioni calmarsi e il rilassamento entrare nel corpo.


La meditazione con l’angelo del Sorriso

Ho preparato una meditazione speciale, che puoi scaricare gratuitamente, in cui l’Angelo del Sorriso ti aiuta ti aiuta a trovare un momento per te, per rilassarti e stare meglio…

Con la pratica, ti sarà sufficiente chiamare o pensare intensamente all’Arcangelo Michele e riuscirai a sentirlo in un modo o l’altro. Potresti:
– sentire una presenza,
– vedere una luce attraverso le palpebre chiuse,
– udire delle parole o una musica (diversa da quella del tuo CD!),
– percepire una carezza sul volto o sul braccio…
In ogni modo, meditando con costanza almeno una volta al giorno, riesci a rilassarti e allontanare lo stress.
E per saperne di più sugli Angeli ed Arcangeli e imparare a connetterti con loro, comprendere i loro segnali e imparare a riceverli, iscriviti al mio corso “Conoscere gli Angeli”. 

Angelo del Sorriso - Nathalie Aurouze - La Via del Sorriso
Angelo del Sorriso – Foto Nathalie Aurouze – La Via del Sorriso

La potenza dell’Arcangelo Michele

Normalmente, l’Arcangelo Michele è sempre disposto ad aiutare chi lo invoca, indipendentemente dalla situazione in cui ti trovi, e ti dà il coraggio e la forza necessari per affrontarla.

Inoltre, la sua energia è talmente potente che non devi pensare di togliere la sua presenza da altre persone. Gli Arcangeli come gli Angeli sono energie di Coscienza Divina per cui possono essere in più luoghi allo stesso tempo.

I simboli dell’Arcangelo Michele

L’Arcangelo Michele viene raffigurato con un’armatura, una spada e uno scudo. Inoltre, lo si vede spesso mentre combatte un drago o un serpente.

Qualche volta, tiene in mano una bilancia con cui pesa le anime (dettaglio di risalente alla mitologia egizia e persiana), in cui l’Arcangelo Michele rappresenta la Guida delle anime al momento del trapasso.

La spada lo collega alla mente, mentre la bilancia lo collega all’equilibrio, alla giustizia e alla capacità di trasformare il male in qualcosa di favorevole. Quindi l’Arcangelo Michele può portarti un maggiore equilibrio tra la via dei pensieri (la mente) e la via delle emozioni (il cuore).

Il suo colore è di solito il blu, quello della comunicazione, ma anche della protezione a libello energetico.

La linea Sacra di San Michele

Scoperta per la prima volta da un archeologo francese, la Linea Sacra di San Michele è una linea retta immaginaria che unisce sette santuari, che si trovano in Irlanda, Inghilterra, Francia, Italia, Grecia e Israele.

Secondo la leggenda, è stata “prodotta” dal colpo di spada che l’Arcangelo Michele inflisse al diavolo per rimandarlo all’inferno. Tra l’altro collega i tre siti importanti:
– quello di Mont Saint Michel in Francia,
– la Sacra di San Michele in val di Susa,
– e il santuario di Monte Sant’Angelo nel Gargano.
Sono tutti allineati alla stessa distanza tra loro.

Un libro, un consiglio

Esistono molti libri sugli Angeli e gli Arcangeli, ma quello che preferisco è quello di Isabelle von Fallois, intitolato: “Gli Arcangeli. I custodi invisibili della nostra vita“. Il volume ha un formato piccolo che ti permette di portalo facilmente con te e poterlo consultare ogni volta che ne hai bisogno.
Lo puoi ordinare su:
Amazon: “Gli Arcangeli
Il Giardino dei Libri: “Gli Arcangeli
Macrolibrarsi: “Gli Arcangeli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *