Nathalie Aurouze
crescita personale e benessere olistico

relazione

Fatti Reiki per migliorare per le tue relazioni

Molte persone sono cresciute guardando cartoni animati e film in cui l’amore, l’amicizia e il romanticismo sono messi in primo piano e questo non è sorprendente, perché questi sentimenti ci rendono felici. Poi, quando siamo adolescenti e adulti, viviamo spesso delle delusioni quando ci rendiamo conto che le relazioni armoniose non sono facili da  intrattenere e possiamo sentirci traditi e abbandonati dalle persone che amiamo. Ho quindi pensato di spiegarti perché e come il Reiki ti aiuti a migliorare le tue relazioni.

Gli affetti: amore ed amicizia

Ma, vedi, l’amore non è sposarsi con il principe azzurro o la principessa perfetta, non è essere per sempre felici e contenti come ci dicono nei film di Hollywood.
E contrariamente a quanto viene mostrato nei film, l’amicizia non è una cosa che viene regalata, perché gli affetti che provi sono dei sentimenti che puoi creare dentro di te, giorno dopo giorno!

Perché tu hai il potere di creare una relazione romantica che ti sembra magica! Hai la possibilità di amare te stessa per chi sei! Hai le capacità per attirare degli amici che ti rispettano e ti danno supporto!

Tutto questo non dipende da fattori esterni, ma da te e da come agisci e anche dalle tue emozioni. Il potere è nelle tue mani e l’amore è nel tuo cuore. E una volta che potere e amore si incontrano, la magia accade!

Come il Reiki ti aiuta nelle tue relazioni

Ora ti do alcuni consigli sul come “lavorare” con il Reiki per le tue relazioni e aiutarti a stabilire relazioni più equilibrate.

Comprendi cosa non funziona nella relazione

Ora, è importante capire che, per costruire le relazioni che vorresti vivere, l’auto-trattamento di Reiki quotidiano ti aiuta a mantenere chiaro il tuo intento e pulite le tue energie.

Per comprendere cosa non funziona nella relazione, fermati un momento e pensa a cosa sta succedendo e chiediti:
– perché non va bene? Quando la relazione ha iniziato a non funzionare?
– qual è lo scopo della nostra relazione?
– ci sono delle emozioni non risolte tra noi, o cose non dette?
– so come perdonare l’altra persona, oppure vorrei perdonare me stessa?

Una volta che avrai chiarito perché stai in una determinata relazione, allora potrai comprendere e decidere se continuare e cercare di migliorarla o se vorrai romperla.

Quando il tuo intento è chiaro, inizia e fatti un auto-trattamento di Reiki con l’intento di pulire anche la causa che hai individuato e ti sta bloccando.

Fallo più e più volte, fino a quando ti sentirai più serena quando penserai alla persona coinvolta nella relazione. Potrai renderti conto, nel tempo, che l’emozione si modificherà e diventerà più leggera ed amorevole.

Impara ad amare te stessa

Lo so, lo dicono quasi tutti, e sai anche che non è facile, ma se hai Reiki, hai nelle mani uno strumento che ti può aiutare.

Prima di tutto, devi sapere (e ammettere, è la parte un po’ più difficile per molti di noi) di essere degna di essere amata. E, per amare te stessa, la pratica quotidiana dell’auto-trattamento ti può aiutare. Cosa significa amare te stessa? Mi rendo che conto che non sia una domanda facile, ma credo che una risposta possa essere: “accettarti così come sei.”

Per farlo, fai una lista delle tue capacità, dei tuoi doni, delle tue qualità e dei tuoi talenti. Non dire come ho fatto molti fa: “non lo so… non ho qualità, non so niente”. Perché non è vero, tutti ne abbiamo. Se sei in questa condizione, si tratta solo di ri-scoprire chi sei veramente.

Quindi, per comprendere quali doni, talenti, qualità hai e quindi, per iniziare ad amare te stessa, fatti un auto-trattamento di Reiki quotidiano. Ricorda anche che non devi essere perfetta, ma devi essere te stessa ed imparare ad amarti così come sei … con i tuoi difetti e le tue qualità.

Fatti Reiki per migliorare le tue relazioni

Se hai già una relazione felice, ma desideri vivacizzare le cose, impara a osservare te e il partner (o amica, genitore, figlio…) con occhi nuovi.

Ricordati di com’erano eccitanti le cose quando tu e questa persona vi siete incontrati per la prima volta; oppure quando è nato tuo figlio; o anche quando eri piccolo e stravedevi per la mamma o il papa. Tutto sembrava perfetto, anche se forse c’erano delle difficoltà.

Con il Reiki, puoi trattare le tue relazioni in questo modo: prepara una bolla di luce e mettici dentro te e i tuoi sentimenti per l’altra persona (puoi inserire questa persona nella bolla di luce solo se ti avrà dato il suo consenso). Poi, attiva l’energia del Reiki, con affetto, accettazione ed accoglienza.

Questo è un trattamento potente e puoi farlo ogniqualvolta senti tensioni e/o incomprensioni nascere tra te e un’altra persona.

Meriti di vivere relazioni sane

Dopo aver concluso le tue riflessioni sulla tua relazione e esserti fatta degli auto-trattamenti di Reiki, potresti notare che le cose iniziano ad andare meglio tra voi.
Oppure potresti accettare di separarti con la consapevolezza che sia la cosa migliore per te.

Chi l’ha detto che dobbiamo rimanere per forza insieme ad una persona che non ci piace più?
Se ti fai auto-trattamenti di Reiki con regolarità e costanza, arriverai a comprendere qual è la cosa migliore per te, perché continuare a vivere una relazione disfunzionale non ti serve.

Ricordati che meriti di vivere relazioni sane, con tutti e soprattutto con te stessa. L’amore romantico non riguarda solo il tradimento e il dolore e, contrariamente alla credenza popolare, l’amore e l’amicizia non diminuiscono con il tempo.
Quando ti prendi la responsabilità della tua vita affettiva, puoi creare una vera magia e goderti relazioni armoniose per tutta la vita.

Conclusione

Per praticare l’auto-trattamento di Reiki, ti è sufficiente seguire un corso di Reiki.
Se non conosci questa tecnica olistica, puoi prima di tutto provare a ricevere un trattamento per comprendere meglio cosa sia il Reiki e come si fa. Spiegarlo in poche parole sarebbe come spiegare il gusto delle fragole ad una persona che non le ha mai assaggiate prima! 🙂 .

Grazie di scrivere i tuoi commenti e/o domande qui sotto, perché puoi aiutare altre persone nella tua stessa situazione.

A presto,
Nathalie

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.