chiedere-aiuto-arcangelo-raffaele

Chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele

Se ti piace l'articolo, grazie per la tua condivisione!

Oggi voglio rivolgermi alle mie colleghe Operatrici Olistiche perché mi sono resa conto che, spesso noi donne, non troviamo il tempo o ne prendiamo troppo poco per auto-trattarci e rigenerarci quando ci sentiamo esaurite, e so che chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele può rivelarsi un’ottima soluzione.

Con questo articolo, vorrei ricordarti il celebre proverbio: “Aiutati che Dio ti aiuta!” Vedremo cosa significa esattamente quel proverbio e come puoi chiedere e ricevere l’aiuto Divino. Se mi conosci, anche solo un po’, avrai già capito che lo faremo grazie all’aiuto degli Angeli! 😉 Inoltre, puoi leggere qui cosa significhi esattamente chiedere aiuto e quando chiedere.

Inoltre, se ami gli Arcangeli, puoi leggere i miei articoli precedenti in cui trovi molte informazioni su Michele, Gabriele, Chamuel, Uriele e Raffaele, con le loro caratteristiche, simboli e preghiere per invocarli.

Noi, Operatrici Olistiche

Noi, Operatrici Olistiche, quando svolgiamo il nostro lavoro, lo facciamo cariche e convinte di poter fare tutto da sole! Lo so, perché ci sono passata, ma la realtà è che spesso ci dimentichiamo che il nostro lavoro olistico non è solo accogliere e aiutare le persone.

Infatti, dobbiamo anche fare le pulizie, il tecnico informatico, lo scrittore/redattore per le comunicazioni sui social, l’insegnante e volgiamo condividere il nostro sapere, ecc. e tutto questo senza dimenticarci la nostra vita familiare e personale: fare la spesa, cucinare, andare a prendere i figli a scuola…

Dopo un po’, possiamo rimanere bloccate e rassegnarci. Ti ricorda qualcosa?

A questo punto, per poter uscire da questa situazione di stallo, siamo invogliate a contattare qualcuno che pensiamo sia più esperto di noi, dando per scontato che questa persona possa prestarci un po’ del suo tempo per darci una mano.

Oppure, pensiamo al proverbio “Aiutati che Dio ti aiuta!” e vorremmo recuperare le energie e toglierci un peso dalle spalle, fino a quando ci accorgiamo che il passato ci segue, il peso diventa sempre più pesante e ci sentiamo in un primo momento abbandonate da tutto e da tutti.

La speranza oltre il buio

Leggendo le righe sopra, ti sei riconosciuta? Nella cultura popolare, questo proverbio non ha un autore preciso, però significa che la prima persona a dover agire per risolvere un nostro problema siamo noi stesse, senza contare troppo sulla speranza:
– che altre persone facciano per noi ciò che possiamo fare da sole o
– che le cose si risolveranno da sole se non agiremo.

E’ vero che in quanto Operatrici di Luce diffondiamo luce ovunque andiamo! Ma, come ho scritto sopra, oltre al lavoro che svolgiamo, abbiamo anche una vita personale, esattamente come tutte le altre persone. Quindi, a volte, può succedere di sentirci troppo stanche per auto-trattarci e se un periodo di affaticamento si prolunga, potremmo aver bisogno di chiedere aiuto. Essendo “guaritrici”, sembra ovvio che dovremmo guarire noi stesse, ma a causa dei tempi stretti e delle tante cose da fare, a volte non riusciamo a trovare il tempo per guarire noi stessi.

In questi casi, credo che prima di tutto, occorre tenere a mente che oltre il buio, c’è la speranza, c’è la luce

Gestire le negatività

Oltre a tutto questo, ho notato che siamo persone spesso empatiche e quindi molto sensibili alle energie negative che ci circondano. In questo modo, assorbiamo ancora di più queste energie e non riusciamo a tirarci su facilmente.

Sì, il nostro corpo energetico dovrebbe essere forte per permetterci di aiutare gli altri, in modo che nessuna negatività può entrare nella nostra aura e disturbarci. Tuttavia, visto che siamo degli esseri umani, la nostra aura può indebolirsi e noi possiamo avere difficoltà a non lasciarci influenzare dagli alti e bassi della vita.

Anche se nessuno dovrebbe arrivare a tanto, né attraversare periodi bui e pieni di solitudine, quando siamo su un percorso di crescita personale, o anche di scoperta spirituale, ci viene insegnato a rimanere in equilibrio in tutte le situazioni, ma ciò non avviene in un attimo.

A dire la verità, per riuscire a raggiungere quel livello di bilanciamento, abbiamo bisogno di tempo, di imparare le nostre lezioni, di nuove conoscenze… e anche di ripulire i nostri corpi e capire come gestire le negatività, che siano le nostre o quelle altrui. In effetti, impariamo dalle esperienze degli altri e dai nostri errori e poco a poco, andiamo avanti nel viaggio della nostra vita.

Chiedi aiuto all’Arcangelo Raffaele

In tali situazioni, rendiamoci conto che abbiamo veramente bisogno di guarigione energetica per il nostro corpo, la nostra mente, il nostro cuore e la nostra anima. È molto importante per un’Operatrice Olistica rimanere “pulita” per conservare la propria capacità di aiutare altri.

Ora avrai capito che in certe situazione, puoi e devi chiedere aiuto, soprattutto se non hai tempo per dare quel aiuto prezioso a te stessa.

Pertanto, il mio consiglio di oggi è quello di chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele. Egli è l’Angelo della guarigione, può aiutarti su tutti i livelli e ti assiste sempre per alleviare il tuo dolore con la sua luce Divina.

Come fare per chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele

Ora ti spiego cosa faccio per chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele quando sento la necessità di rigenerarmi e ripulirmi dopo aver completato tutte le attività quotidiane. Puoi adattare ogni mia spiegazione alla tua situazione personale e alle tue preferenze.

Chiama l’Arcangelo Raffaele

Siediti in una posizione meditativa o assumi qualsiasi altra posizione con cui ti senti a tuo agio (l’importante è non addormentarti; devi rimanere consapevole).
Fai alcuni respiri profondi per calmarti e rilassare il corpo, la mente e il cuore.
Immagina una fascio di Luce Divina bianca o dorata e, con un dolce sorriso sulle labbra, invita l’Arcangelo Raffaele a venire da te.
– Dopo un po’, inizierai a sentire la Sua presenza, ad esempio, potresti “vedere” la sua aura di colore verde, o sentire qualche formicolio fisico oppure avere altre percezioni più o meno forti… Ma anche se non senti nulla, abbi fiducia che l’Arcangelo Raffaele è venuto, ti è vicino e ti sta aiutando.
– Ora chiedigli di portare guarigione dove ne hai più bisogno:
– la tua mente e i tuoi pensieri ricorrenti;
– il tuo corpo per spazzare via stanchezza e dolori vari;
– il tuo cuore per innalzare le tue emozioni e ritrovare la calma emotiva;
Potresti anche specificargli esattamente quale area del tuo essere vuoi che sia riequilibrato dalla Sua energia.

Dopo il tuo contatto angelico

Quando hai finito, soprattutto, abbi fiducia in lui, abbi fiducia in te, sei capace di immaginare, sei una persona fantastica che ha solo bisogno di un momento di riposo e calma. E’ meglio se non dai istruzioni su “come”, perché l’Arcangelo Raffaele sa esattamente come compiere il Suo lavoro Divino.

Infine, quando senti che il lavoro energetico è stato svolto, ringraziaLo per essere venuto e averti aiuto. Esprimi la tua gratitudine in anticipo, come se sentissi già la Sua guarigione, perché è già in atto anche se potresti non sentirne immediatamente gli effetti.

Nei giorni seguenti, rimani in ascolto dei messaggi che potresti ricevere e osserva come sei cambiata. Le tue sensazioni ti diranno che sei sulla strada giusta e lo sentirai nel tuo lavoro

Alla fine, direi che chiedere aiuto ad altre persone è importante, ma l’auto-guarigione potrebbe esserlo ancora di più e, come forse saprai, gli Angeli aspettano solo che noi chiediamo per poter aiutarci! 😊

Altri metodi per chiedere aiuto all’Arcangelo Raffaele

Se ti piace incontrare gli Angeli, le possibilità per chiedere il loro aiuto e incontrarli sono numerosi.
Puoi leggere il mio articolo sul come aprirti alla comunicazione angelica o quello sul come riequilibrare i tuoi chakra con il Reiki e gli Arcangeli.

Potresti prenotare una tua lettura dei Tarocchi degli Angeli per analizzare la tua situazione attuale, quali sono le cause ma anche i futuri probabili cui potresti andare incontro. I loro suggerimenti e consigli sono molto accurati e amorevoli.

Un’altra possibilità è quella di scoprire chi sono i tuoi Angeli Custodi: i loro nomi, caratteristiche, colori, e i doni che possono darti grazie alle corrispondenti bottiglie Equilibrium Aura-Soma e comprenderai perché ti sei incarnata in questa vita e come Essi ti possono aiutare al meglio, in ogni occasione della tua vita, fin da quando sei nata.

Inoltre, potresti iscriverti e partecipare a uno dei miei corsi per scoprire il mondo angelico e imparare a praticare il Reiki degli Angeli, leggere i Tarocchi degli Angeli, Conoscere gli Angeli e contattarli facilmente.

Contattami scrivendo o compilando l’apposito modulo. In ogni modo, buon auto-trattamento e auto-guarigione!

A presto.
Nathalie

Se ti piace l'articolo, grazie per la tua condivisione!

Lascia qui il tuo commento o la tua domanda