Nathalie Aurouze
crescita personale e benessere olistico

pulire casa con il reiki

Come pulire gli ambienti con il Reiki

Con il 2° livello di Reiki, è possibile pulire gli ambienti con il Reiki: stanze di casa, aule, negozi, uffici… Trovo meraviglioso il fatto di poter agire positivamente per le persone che abitano in questi luoghi!

Vuoi sapere come fare anche tu per pulire gli ambienti con il Reiki? Seguimi…

Il Reiki e le energie

Come si comportano le energie

Se sai come si comportano le energia, allora ti sarà facile capire dove e quando fare Reiki per pulire le stanza di un’abitazione o di un ufficio.

E’ risaputo che le stanze che ci ospitano si caricano delle nostre energie negative positive e questo non vale solo per lo spazio, ma anche per  i muri, i mobili ed altri oggetti che si trovano all’interno di quel luogo.

In effetti, le energie si depositano dentro le stanze, sotto i letti, negli angeli, dietro le porte… e si accumulano, esattamente come lo fa la polvere,

Ti sarà già capitato di entrare in una stanza e capire immediatamente che poco prima era successo una discussione accesa, anche se ora le persone sembrano calme.
E saprai anche che alcune persone, solo tenendo in mano un oggetto appartenuto ad un’altra persona, riescono ad ottenere informazioni sul proprietario dell’oggetto.
Questo vuol dire che è possibile “sentire” le energie positive o negative che siano, sia quelle dei luoghi che quelle degli oggetti.

Come agisce il Reiki

Quando fai Reiki a una stanza per togliere le energie accumulate, grazie al tuo intento, la sua energia vitale universale fa sparire le scorie energetiche che ingombrano la tua casa (o il tuo ufficio).

in un secondo momento, il Reiki porta energia benefica e tanta luce, lì dove ce n’è più bisogno.
Spesso potrai notare che:
– un bambino che soffriva di incubi, inizia a dormire serenamente;
– una persona agitata e scontrosa diventa più serena
– le persone che entrano in casa tua si guardano intorno e ti fanno degli apprezzamenti perché si sento accolte.

Crediamo sempre di saper come pulire la nostra casa! Non è vero? 😉 Anch’io credevo di saperlo fare, poi ho scoperto che esistono tanti modi per farlo quasi bene, e altri modi per farlo veramente bene.
Molti anni fa studiavo il feng shui, applicavo ciò che imparavo e noi, pulivo con il Reiki e stavamo davvero bene a casa nostra.

Sai fare le pulizie?

Per pulire le stanza della tua abitazione o del tuo luogo di lavoro, potrai farlo con le pulizie fisiche (che immagino tu faccia già 😉) e aiutarti grazie ai consigli di due professioniste dell’organizzazione. Solo dopo inizieremo ad agire con il Reiki.

La pulizia fisica

Per pulire un luogo, prima di tutto, occorre togliere il disordine. E’ la base di una buona pulizia energetica, perché le energie più basse amano il disordine dove possono nascondersi e sopravvivere. Per cui, inizia a creare ordine!

L’ordine che crei in casa tua crea anche ordine nella tua mente e crea anche emozioni più calme e amorevoli. E non hai nemmeno iniziato ad utilizzare il Reiki! 😉
In altre parole, posso dire che se hai poca chiarezza nella mente, quasi sicuramente questa mancanza di lucidità si rifletterà nel disordine della tua casa.

Non ho mai creduto alla credenza che afferma che le persone disordinate sono creative, perché puoi essere creativa e ordinata! In realtà, credo che si tratti di una scusa presentata dalle persone disordinate per far passare il loro disordine come una cosa positiva.
Se questo fosse il tuo caso, analizza bene perché pronunci queste parole in modo da poter aumentare le energie positive della tua persona e della tua casa.

Una volta che la tua casa – o anche una sola stanza – è pulita e in ordine, passa alla decorazione per creare lo stile e l’atmosfera che ti piacciono di più. Scegli con attenzione foto, statue, cristalli, oggetti e/o candele che riflettano il tuo gusto e sistemali, rispettando il tuo sentire.

Due metodi complementari per pulire e organizzare la tua casa

Il metodo KonMari

Poi, qualche anno fa, Marie Kondo (giapponese) pubblicò il suo famoso libro “Il magico potere del riordino” e mi accorsi che potevo far meglio!

Ti sento già dire “non voglio buttare via le mie cose”!
Devi sapere che la sig.ra Kondo non prescrive di buttare via le cose, ma insegna come liberarti di ciò che non ti serve più e ingombra stanze, cassetti, armadi, ecc. In questo modo la tua casa inizia a respirare le energie positive possono entrare.
Dalle una chance e leggi il libro! Poi potrai decidere.

L’armadio di Grace o la Casa Leggerasimboli reiki

Due anni fa, scoprì “La casa leggera” di Erika Lombardo. All’inizio, pensavo che presentasse una ripetizione del metodo KonMari e fu piacevolmente sorpresa di vedere come l’autrice tratta l’argomento con leggerezza e praticità.

In effetti, prende in esame ogni ambiente attraverso un percorso di 31 giorni fatto di gesti semplici e definiti per le necessità di ogni zona, di consigli su ordine e pulito da mettere subito in pratica, di segreti utili e testati in anni di esperienza come professional organizer.

Pulire gli ambienti con il Reiki

Organizzati

Dopo aver effettuato una buona pulizia fisica, aver riorganizzato i tuoi spazi, buttato via ciò che non serve la tua vita attuale e il tuo benessere, allora puoi passare alla pulizia energetica.
Ti ricordo che non devi fare tutto in una sola giornata e che puoi organizzare il tuo programma come preferisci.

Personalmente, dedico una giornata della settimana alle pulizie fisiche. Subito dopo aver finito di riordinare e spolverare una stanza, invio Reiki nell’ambiente e chiudo la porta. Lascio che l’Energia Vitale Universale agisca da sola.

Quali simboli Reiki utilizzare per la pulizia di una stanza

Finalmente sei pronta per “pulire con il Reiki”!
Posizionati al centro di una stanza e disegna i simboli del Reiki ai quali sei stato iniziato:
– in ogni anglo della stanza,
– su ogni muro,
– sul pavimento,
– sul soffitto.
Quando disegni i simboli, immagina l’energia del Reiki mentre sta trasmutando il negativo in positivo.

Ti consiglio di disegnare tutti i simboli più adatti al momento e all’ambiente.
Il simbolo per collegarti a distanza e il SHK ti aiutano a dissolvere il dolore ed altre emozioni difficili, quelle provato tanto tempo fa.
Mentre, disegnato alla fine, il CKR ti aiuta sigillare l’energia nuova e pulita nel luogo.

L’amore per le piccole cose

Quando ti trovi davanti ad un muro, un mobile o un anglo della stanza, permettiti di provare amore e empatia con quel mobile, oggetto o luogo e percepisci, per quanto ti sia possibile, il dissolversi delle vecchie energie.
Se invii Reiki alla tua casa con emozioni positive, ringraziandola per la protezione che ti dà ogni giorno, allora la tua casa ti ringrazierà a sua volta e ti proteggerà ancora di più.

Metodi di pulizia complementari con il Reiki

Anche se penso che il Reiki sia veramente utile per pulire energeticamente gli ambienti, è possibile utilizzare alternative al Reiki come:
– pulire il pavimento con acqua “reikizzata”: riempi il secchio, dai Reiki all’acqua e passa il moccio con l’intenzione di dare Reiki al pavimento;
– pulire oggetti e suppellettili tenendoli tra le mani e dando loro Reiki per qualche momento;
– preparare uno spray con acqua (e oli essenziali), infonderlo con il Reiki e spruzzarlo sulle superfici da spolverare;
– dare Reiki ai prodotti che utilizzi per elettrodomestici come la lavatrice, lavastoviglie, il ferro da stiro…
– dare Reiki ai vetri e al prodotto per pulirli, ecc.

Conclusione

Spero che queste informazioni possano aiutarti ad approfondire un argomento davvero ampio e controverso.

Se hai delle domande, scrivile sotto e ti risponderò!

A presto,
Nathalie

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

1 commento su “Come pulire gli ambienti con il Reiki”

  1. Il est bien certain que vivre dans une maison propre et bien rangée permet d’avoir l’esprit tranquille pour avoir une meilleure activité positive. Pour devenir amiral il faut faire son lit tous les matins. Je me sens bien dans mon appartement mais il faudra que tu me montre comment dépolluer les murs intérieurs quand tu viendras. Pour les murs extérieurs ce doit être plus difficile au 3e étage. A bientôt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.