Come scegliere pietre e cristalli

Come scegliere le pietre ed i cristalli

Molte persone, mentre ammirano i miei cristalli, mi chiedono come sceglierli. Quindi ho scritto queste spiegazioni per meglio comprendere come scegliere le pietre ed i cristalli con discernimento.

Prima di scegliere…

Di solito, come fai quando vuoi scegliere una pietra nuova? Vai in un negozio specializzato e spesso, davanti all’ampia scelta, non sai più se devi prendere un cristallo di un colore o di un altro, una pietra grezza o butterata, un cristallo grande o piccolo… alla fine esiti… e può succedere  che una volta a casa, non sei contenta del tuo acquisto.
In realtà, ti devi preparare prima di uscire di casa per avere in mente il futuro utilizzo del minerale che comprerai.

Come fare per scegliere una pietra nuova

Quindi, ho pensato di darti alcune indicazioni semplici che ti aiuteranno a scegliere (e a risparmiare, perché i cristalli possono anche essere costosi) seguendo uno dei due approcci indicati qui di seguito.

L’approccio terapeutico

In questo caso, scegli il cristallo a seconda della sua funzione e, di conseguenza, devi sapere in anticipo a cosa ti servirà la pietra:
– per un trattamento?
– per la meditazione?
– vuoi farne un oggetto decorativo per la casa?
– hai un malessere psicofisico che vuoi sciogliere?

Quando hai capito cosa vuoi “sistemare” nella tua vita, cerca informazioni per sapere qual è la pietra più utile per risolvere il tuo caso. Ad esempio, potresti:
– soffrire di insonnia e sai che ti serve una calcite azzurra,
– oppure vuoi proteggerti dalle radiazioni del pc in casa e cercherai una tormalina nera.

L’approccio intuitivo

In questo caso, davanti al banco dei minerali (in un negozio, mercatino, anche su un sito), lasciati guidare dalla tua intuizione e scegli il cristallo che ti attira di più:
– per la sua forma, per il colore, per la sua dimensione;
– perché hai voglia di toccarlo per sentire con la mano l’effetto che ti dà, il calore, la ruvidezza o le sue punte; 
– o vuoi conoscere quello che ti respinge, perché ha toccato una parte di te alla quale stai rispondendo a livello delle tue e delle sue vibrazioni. 

Si tratta di una richiesta del tuo corpo, il quale manifesta una necessità a alla quale stai rispondendo con un rifiuto. 
E’ importante seguire queste richieste, intuizioni o piccola voce interiore (chiamale come preferisci) per evitare problemi futuri (fino alla malattia dichiarata).

Come utilizzare il cristallo scelto

Dopo, come puoi utilizzare la pietra o il cristalli scelto? Ci sono diverse modalità semplici tra cui scegliere, sia nell’approccio terapeutico che intuitivo. Ad esempio:
– puoi tenere in mano la pietra e tenerla per il tempo che senti essere più giusto (da 10 minuti a diverse ore);
– oppure puoi mettere la tua pietra sotto al cuscino mentre dormi ed ti accompagnerà durante il sonno;
– infine, potresti portarla con te durante la giornata, in tasca o nella borsetta, ben protette dalle radiazioni del cellulare, per averle sempre con me e nella mia aura. 

In ogni modo, ascolta il cristallo, quali sensazioni ti dà, quali emozioni provi, quali pensieri ti vengono in mente? Ma la raccomandazione migliore, alla fine, è quella che dice “agisci come senti che è più giusto per te”.

Le pietre entrano in risonanza con te e ti chiamano, a volte molto tempo prima che tu capisca che hai bisogno del loro aiuto. Ascoltale e ascolta il tuo intuito.
​La tua vibrazione attirerà il minerale migliore per te in quel momento.

Prova anche tu!

Il binomio Cristalloterapia e Reiki è molto interessante perché da una parte l’energia del Reiki agisce lì dove ne hai più bisogno; dall’altra parte, i cristalli riarmonizzano i tuoi chakra grazie alle loro caratteristiche e ai loro colori.
Puoi prenotare la tua Sessione Individuale di Reiki con i cristalli;
oppure imparare ad utilizzare i cristalli con il Reiki seguendo il Corso di Reiki Usui ART (Advanced Reiki Tecniques – Tecniche Avanzate di Reiki).

A presto,
Nathalie

Lascia qui il tuo commento o la tua domanda