Nathalie Aurouze
crescita personale e benessere olistico

sviluppare i sensi sottili

Metti a fuoco i tuoi sensi sottili

I sensi sottili: scopri come mettere a fuoco e sviluppare la tua chiaroveggenza, chiaroconoscenza, chiaroudienza e chiarosenzienza.

Oltre ai dodici sensi che possiamo avere, come analizzati da Rudolf Steiner, esistono anche i senti sottili che ti permetto di comunicare con gli Angeli, con le tue Guide e/o gli Animali Guida.

Ma sai quali sono i tuoi sensi sottili e come svilupparli per utilizzarli al meglio per te, in ogni occasione della tua vita?

I sensi secondo Steiner

Rudolf Steiner classificò i dodici sensi dell’essere umano in tre macro categorie come segue:
inferiori o sensi della corporeità
mediani o sensi del mondo esterno
superiori o sensi della conoscenza

I sensi inferiori o sensi della corporeità

Sono i sensi che hai verso il tuo corpo, come il senso della vita, il senso del movimento, il senso dell’equilibrio e il senso del tatto.

I sensi mediani o sensi del mondo esterno

Sono i sensi che ti permettono di percepire il mondo, quali il senso del calore, il senso del gusto, il senso dell’olfatto: e il senso della vista.

I sensi superiori o sensi della conoscenza

Sono i sensi che ti aprono verso la tua comunità, come il senso dell’udito, il senso della parola, il senso del pensiero e il senso dell’Io.

Questi dodici sensi sono abbastanza facili da individuare e comprendere in quanto si relazionano a:
– la nostra volontà (personalità),
– le nostre emozioni e sentimenti (il cuore)
– e il nostro mondo mentale (i pensieri).

Ho notato che quando segui un percorso di crescita personale, puoi diventare consapevole di questi sensi e sapere quali che per te sono più importanti, quali utilizzi spesso durante determinate attività a casa, sul lavoro o nel tempo libero.

I sensi sottili

Tuttavia, quando vai oltre la crescita personale e ti avventuri su un percorso di crescita spirituale, inizi anche a scoprire altri sensi come la chiaroudienza, la chiaroveggenza, la chiarosenzienza e la chiaroconoscenza. E sono quei sensi sottili che ti servono per comunicare con la tua Anima, gli Angeli e le Guide spirituali.

In generale, credo che siano tutte delle capacità che abbiamo già fin dalla nascita, ma forse non sei del tutto consapevole di averli, né di come queste abilità si manifestano nella tua vita.

Ora ti spiego cosa sono i quattro sensi sottili, poi vedremo come potrai svilupparli.

La chiaroudienza

Cos’è la chiaroudienza

La chiaroudienza è quel senso sottile che ti permette di “sentire” tramite l’udito dei suoni o delle parole che gli altri non sentono nel momento in cui tu li senti.

Potrebbe esserti capitato di sentire:
– una musica etera e melodica che gli altri non sentono;
– qualcuno che ti chiamava per nome, ma nessuno ti cercava;
– una parola o una frase chiaramente in un orecchio o nella mente, ma vicino a te non c’era nessuno;
– una sorta di fischio, a volte anche disturbante;

Oppure ti è capitato di voler:
chiamare qualcuno al telefono e sei sicura che la persona è libera per risponderti;
– accendere la tv o il pc e ascoltare parlare proprio la persona alla quale avevi pensato poco fa, mentre
– sta dando informazioni utili su un argomento che ti interessa.

Se ti è capitato una o diverse tra queste situazioni, allora può essere un sintomo della tua chiaroudienza. In questo caso il tuo corpo-mente-cuore ti dà le informazioni che ti servono tramite i suoni e grazie ai chakra delle orecchie che si trovano al di sopra i padiglioni auricolari.

Se non comprendi i messaggi sonori che ricevi

Se i messaggi che ricevi tramite la chiaroudienza non fossero chiari, puoi chiedere agli Angeli o Guide di inviarti un messaggio che TU possa capire.

Ad esempio, chiedi che:
– parlino più forte se il suono nell’orecchio è troppo basso, o meno forte se il suono o la voce sono troppo alti;
– oppure che ti parlino in un “linguaggio” che tu possa comprendere. Forse conosci la matematica, ma se ti parlassero con il linguaggio della musica, potresti non afferrare il messaggio.

Come sviluppare la chiaroudienza

Presta attenzione ai rumori

Che tu sia naturalmente chiaroudiente oppure no, puoi facilmente sviluppare questo senso sottile prestando attenzione ai suoni durante la giornata, ad esempio quali suoni senti quando:
– sei in casa, da sola o con delle person: ascolta della musica, i rumori della casa, dei tuoi animali o delle persone;
– sei in un giardino o un parco: ascolta il fruscio del vento nelle foglie, il cinguettio degli uccelli;
– sei in centro città: i rumori delle strade, quelli delle macchine, nei negozi, nei mezzi di trasporto, ecc.
Fai attenzione al minimo rumore e cerca di identificare la sua provenienza.

I chakra delle orecchie

Inoltre, oltre ai 7 chakra principali del corpo allineati sulla colonna vertebrale, abbiamo anche dei chakra minori, tra cui i due chakra delle orecchie che sono situati sopra ogni padiglione auricolare e la loro energia può estendersi fino all’area le sopracciglia. Se questi chakra fossero intasati energeticamente, potresti risentirne e sentire dei rumori dovuti all’acufene, anche avere delle perdite dell’equilibrio.

In questa situazione, ti consiglio di effettuare una pulizia dell’aura, spiegando all’operatore la tua situazione. Vedrai che in poco tempo, i tuoi chakra delle orecchie saranno più funzionali e potrai ricevere nel modo migliore i messaggi sonori delle tue Guide e Angeli.

La chiaroveggenza

Cos’è la chiaroveggenza

La chiaroveggenza è il senso sottile che ti permette di “vedere” tramite la vista delle cose o situazioni che gli altri non riescono a scorgere.

Con la chiaroveggenza, la vista è intesa come il poter vedere sia con gli occhi fisici, sia con il terzo occhio, chakra situato sulla fronte.

Potrebbe esserti capitato di vedere:
– delle luci, sia dal vivo, sia quando scatti una fotografia e scopri degli orbs (globi di luce colorata) che non c’erano quando stavi fotografando;
– delle persone defunte, anche degli animali defunti, che vengono per darti un messaggio per te o qualcun altro;
– delle immagini “mentali” (come quando fai delle visualizzazioni) che hanno un significato e ti aiutano veramente ad andare avanti;
– delle sequenze numeriche che si ripetono nell’arco della giornata (anche su diverse giornate, finché riesci a comprendere il messaggio);
– ogni altro segnale degli Angeli, come trovare una piuma, una moneta, una coccinella, nei posti più incredibili o nei momenti più impensabili.

Quando queste visioni arrivano fino a te, potresti essere chiaroveggente. In questo caso, il chakra della fronte è importante.

Se non comprendi i messaggi visivi che ricevi

Se i messaggi che ricevi tramite la chiaroveggenza non ti piacciono o ti fanno paura, puoi chiedere agli Angeli di aiutarti a:
– comprendere più facilmente la verità nascosta in quello che hai “visto”;
– scogliere il senso di paura che le tue visioni creano in te. In questo caso, è spesso l’ego che ti ricorda una situazione antica perché vuole proteggerti;
– riconoscere le convinzioni o credenze che ti dicono che sei “una strega”, puoi perdere il controllo o ti stanno manipolando… Sappi che non è così!

La chiaroveggenza, come gli altri sensi sottili, è un senso del tutto normale e lo puoi sviluppare se lo desideri.

La cosa più importante quando ricevi segnali visivi, è comprendere perché gli Angeli ti inviano solo quello di cui hai bisogno e per il tuo massimo bene.

Come sviluppare la chiaroveggenza

Che tu sia naturalmente chiaroveggente, oppure no, puoi sviluppare questo senso sottile facilmente prestando attenzione alle immagini e visioni durante la tua giornata.

Porta la tua attenzione su ciò che vedi

Porta la tua attenzione a tutto ciò che viene portato davanti ai tuoi occhi:
– se ricevi un sogno significativo, appena svegli dopo un sogno, scrivi tutto ciò che ricordi in un quaderno dedicato ai tuoi sogni. Rileggendo fra qualche tempo, il messaggio ti sarà più chiaro;
osserva la luce ed i colori che incontri in certe situazioni perché il linguaggio della luce ti dà indicazioni veritiere sulle persone: perché oggi hai messo una camicetta bianca e ieri un maglione rosso?
– le lettere, e-mail, pubblicità, libri…
Possono tutti contenere un messaggio importante per te.

Il chakra della fronte

Il chakra della fronte, o terzo occhio, può essere pulito e aperto un po’ di più. La pulizia dell’aura è ottima, ma puoi anche farlo chiedendo direttamente agli Angeli.
In questo caso, trova un luogo appartato e tranquillo, respira profondamente e calma il corpo e la mente.
Dopo, pronuncia le seguenti parole:

“Cari Angeli della chiaroveggenza, cari miei Angeli Custodi,
io vi chiamo e vi invoco.
Grazie di aiutarmi a pulire / aprire il mio chakra del terzo occhio

in modo da ricevere i vostri messaggi visivi e comprenderli facilmente.
Vi ringrazio con tutto il cuore. Così sia.”

La chiarosenzienza

Il senso sottile chiamato chiarosenzienza ti permette di “sentire” grazie alle tue sensazioni, emozioni e sentimenti cosa sta succedendo attorno a te. In questo caso, “senti” delle cose che gli altri con riescono a provare né percepire.

Cos’è la chiarosenzienza

Potresti essere certa che:
– la persona che hai appena incontrato non ha detto la verità; oppure che sta male;
– sia successo qualcosa di specifico quando entri in una stanza. Non sai cosa, ma sai che s’è stato qualcosa;
– qualcosa o qualcuno è vicino e, anche se non lo vedi, sai che è qui;
– quella nuova emozione negativa che senti in quel momento non è tua, perché pochi attimi fa stavi bene e non hai fatto nulla che possa aver cambiato la tua emozione di benessere;
– sentire molta empatia o compassione per un’altra persona o una situazione.

Quando queste sensazioni giungono, potresti essere chiarosenziente e, in questo caso, il chakra del cuore è importante.

Se non comprendi le tue sensazioni

Se le sensazioni che vivi ti lasciano un certo disaggio, è molto importante capirne la provenienza e chiedere agli Angeli di:
– proteggerti quando incontri determinate persone per non essere influenzata dalla loro energia negativa (i cosiddetti vampiri energetici);
potresti essere ipersensibile e tutto risulta ti sembra troppo forte e intenso: i suoni, le voci, i colori, la luce, le emozioni, le reazioni degli altri, e non sai come dirlo agli altri.

Come sviluppare la chiarosenzienza

Impara a riconosce le tue emozioni

Se sei una persona ipersensibile, i Fiori di Bach possono veramente aiutarti a capire le tue emozioni e sentimenti, scoprendo e discernendo quello che hai nel cuore o tutto quello che potresti aver assorbito dalle altre persone.

Mentre con la Pulizia dell’Aura, l’operatrice olistica potrà anche riparare i confini della tua aura per creare una sorta di scudo energetico che ti protegga dalle energie altrui.

Parla con il cuore agli Angeli

Potresti anche dedicare alcuni momenti durante la tua giornata per parlare agli Angeli delle tue emozioni. Ho spesso notato che siamo noi, con i nostri pensieri ed emozioni, che creiamo le nostre difficoltà. Parlare agli angeli con il cuore il cuore in mano, permette di aprirti alla loro comunicazione angelica e di capire cosa sta succedendo dentro si te:
– perché sei arrabbiata, gelosa, invidiosa di questa persona;
– che cosa ha ti fa credere di essere meno degli altri, men brava, meno bella, ecc.;
– chi ha detto che non vali nulla, chi cerca di limitarti…
Prova… e dopo, percepirai la differenza: ti sentirai davvero sollevata e più calma.

La chiaroconoscenza

Il senso sottile chiamato chiaroconoscenza ti permette di “sapere” grazie ai tuoi pensieri, ma non solo. Ti è mai capito di sapere. Punto. Sapere che fosse così, anche se non sapevi perché lo fosse.
In questo caso, “sai” delle cose che gli altri con riescono a sapere, cogliere o intuire.

Cos’è la chiaroconoscenza

Potrebbe essere successo che:
– ti abbiano definita “sapientona” perché sai le cose, anche senza leggerle né studiarle;
– spesso credi che tutti sappiano le stesse cose che sai tu, perché per te è naturale sapere;
– leggi molto e le informazioni rimangono immagazzinate della tua memoria a lungo, per cui sai, anche se non ricordi da dove provengono alcune tue conoscenze;
– sei un’anima antica e le tue vite passate ti hanno insegnato molto; pertanto, agisci o parli con una saggezza inconsueta per la tua età;
– potresti avere vissuto dei déjà-vu o aver avuto delle premonizioni che si sono avverate.

Quando parli e agisci con queste informazioni che non sono il risultato di un processo mentale del momento, allora potresti essere chiaroconoscente e il chakra della corona è quello con cui ti stai relazionando maggiormente.

Se non sai come sai quello che sai

Se senti che le conoscenze con cui entri in contatto ogni giorno hanno un’origine diversa dai pensieri che hai e non vuoi seguire questi consigli, potresti aver paura degli Angeli o di altri Esseri di Luce.

Inoltre, mi è capitato di incontrare persone che non si fidavano delle loro conoscenze, perché si erano lasciate influenzare dalle opinioni altrui, senza seguire la loro voce interiore;

Come sviluppare la chiaroconoscenza

Il chakra della corona è collegato al senso sottile della chiarosenzienza perché le informazioni che ricevi ti sono inviate dalla tua Anima, dai tuoi Angeli o da altri Esseri di Luce.

Conosci la tua Bambina Interiore?

Puoi sviluppare la tua connessione con la tua Bambina Interiore in modo da approfondire la tua relazione con la tua Anima.
Il Bambino Interiore è quella parte di te che ancora si sente come un bambino: ha bisogno di protezione, di essere capito, di giocare… Spesso, esprime le ferite emozionali che abbiamo vissuto da piccoli.
Se contatterai la tua Bambina Interiore, potrai imparare a conoscerti meglio e migliorare molti aspetti della tua personalità.

È la paura di vivere ti impedisce di essere tutto quello che la tua Bambina Interiore.

Contatta la tua Anima

Il percorso con i Codici di Luce Merkaba ti aiuta a riallineare la persona che sei ora con la tua Anima. In circa 6 o 7 mesi, capirai inoltre che è sparito il senso di paura che avevi prima di iniziare e ritroverai il percorso scelto dalla tua Anima prima di incarnarsi.

Come utilizzare insieme i tuoi sensi sottili

Ho parlato dei quattro sensi sottili con i quali potresti già interagire e ti ho dato alcune informazioni specifiche per poterli sviluppare.

Se però non senti di riuscire a lavorare da sola, ho sviluppato un corso completo di comunicazione angelica per conoscere gli angeli e comunicare con loro, perché ho notato che molte persone non sanno come fare.
Ora avrai intuito che per comunicare con gli Angeli, occorre comprendere quale senso sottile è più importante per te e saperlo utilizzarlo.

L’obiettivo del corso di Comunicazione Angelica è quello di darti l’ABC sugli Angeli, ma non solo. Ti aiuto a fare i primi passi per:
– imparare a comunicare con gli Angeli,
– ricevere i loro messaggi,
– comprendere la loro saggezza per migliorare la tua vita.

Ogni tuo senso sottile potrà entrare in azione e tu capirai come ricevere e comprendere i messaggi che prima non erano chiari.

Conclusione

Se non sapevi cosa fossero i sensi sottoli, spero che queste informazioni siano state utili per mettere a fuoco i tuoi sensi sottili: chiaroveggenza, chiaroconoscenza, chiaroudienza e chiarosenzienza.

Sviluppare uno dei tuoi quattro sensi può essere un po’ più complesso di quanto potrebbe sembrare all’inizio. Per questo motivo è importante che ti rivolga ad un’operatrice olistica competente, che rispetti la tua persona e la tua Anima, come anche il tuo percorso di vita.

Spero di averti dato delle informazioni che possano aiutarti nel tuo percorso di crescita personale e/o crescita spirituale.

Se queste informazioni ti sono state utili, ti chiedo gentilmente se vuoi condividerle cliccando uno dei bottoni qui sotto 👇🏼. Puoi anche inviare il link alle tue amiche che potrebbero averne bisogno.

Inoltre, se hai delle domande da farmi, puoi tranquillamente lasciare un tuo commento sotto all’articolo: ti risponderò personalmente!

Un abbraccio di Luce,
Nathalie

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.