Nathalie Aurouze
crescita personale e benessere olistico

Rescue Remedy

Il Rescue Remedy per la serenità

Utilizzo i Fiori di Bach da più di 20 anni e riesco ancora a stupirmi della loro efficacia, quando sono impiegati in modo corretto. Il Rescue Remedy, ossia l’essenza floreale di pronto soccorso, è il rimedio più utilizzato e conosciuto ed è anche l’unico composto da diverse piante.

Nell’articolo spiego com’è nato e com’è stato utilizzato dal dr. Bach e, soprattutto, come e quando puoi assumerlo e/o darlo ai tuoi cari in modo da ritrovare la serenità nei momenti più turbolenti della vostra vita.

Cos’è il Rescue Remedy

Innanzitutto vediamo cosa sono i Fiori di Bach, com’è nato il Rescue Remedy, e come è composto.

I 38 Fiori di Bach

Sentii parlare dei Fiori di Bach per a prima volta nel 1996, non sapendo che il nome “Bach” non si riferiva al famoso compositore, ma a un medico inglese, il dr. Edward Bach. Andai in libreria e comprai il mio primo libro sui Fiori di Bach. Poco dopo, andai in erboristeria e chiesi alcune bottiglie di rimedi, oltre alla Rescue Cream (crema dei Fiori di Bach).

I Fiori di Bach nascono da una ricerca del dr. Bach quando, nel 1928, decise di andare nella campagna del Galles e raccolse i primi fiori con i quali avrebbe creato le sue prime essenze floreali: Impatiens e Mimulus (rispettivamente Balsamica ghinadolosa e Mimulus guattatus).

In seguito, il dr. Bach perfezionò sempre più le sue ricerche e creò altre 36 essenze floreali. Nei suoi libri Heal Thyself (Guarisci te stesso), Free Thyself (Libera te stesso) e Twelve Healers (I dodici guaritori), descrisse l’azione del suo metodo di guarigione con la Natura, seguendo il principio della semplicità. E’ anche possibile oggi trovare una raccolta dei suoi scritti, contenente sia i libri che le sue conferenze sui Fiori di Bach.

Il Rescue Remedy

Mentre risiedeva a Cromer (Norfolk- UK), il Dr. Bach pensò di metter insieme tre dei suoi Fiori per utilizzarlo in casi specifici e per aiutare con maggiore velocità le persone.

Durante una forte tempesta, utilizzo questo composto per aiutare un marinaio che era naufragato. Le sue condizioni erano disperate e il dr. Bach inumidì più volte le labbra del pescatore con alcune gocce del suo rimedio floreale. Dopo pochi muniti, il marinaio riprese conoscenza e si salvò grazie alle gocce somministrate dal dr. Bach. In seguito, nel composto furono aggiunti altri due Fiori e il dr. Bach lo chiamò “Rescue Remedy” per il suo effetto calmante e riequilibrante delle emozioni.

La composizione del Rescue Remedy

Il Rescue Remedy è composto da 5 Fiori di Bach come segue (per facilita di lettura, non metto i nomi latini delle piante – credo che l’importante è assumere le essenze floreali quando ne hai bisogno):
Impatiens: per l’impazienza, l’irritabilità e l’agitazione che la persona può manifestare in certi momenti;
Clematis: quando la persona prova una sensazione di distacco dalla realtà, o si sente mancare, spesso a causa di un trauma;
Rock Rose: serve nei casi di terrore e senso di panico;
Cherry Plum: quando la persona ha paura di perdere il controllo e di fare cose che non vorrebbe fare (sia a livello fisico che mentale;
Star of Bethlehem: per tutti i casi di trauma e shock fisico, emozionale e mentale.
Cliccando su ogni nome delle essenze singole sopra indicate, accedi direttamente ad un sito presso quale comprarle e riceverle direttamente a casa tua.

Questi componenti aiutano la persona a ritrovare la serenità, soprattutto in caso di eventi traumatizzanti o periodi difficili come incidente, cadute, terremoto, esame o colloquio di lavoro, ecc. Assumere questa miscela floreale dopo un trauma, ti permette di affrontare le difficoltà e trovare delle soluzioni.

La Rescue Cream

La crema dei Fiori di Bach Rescue Cream – è il primo prodotto di Bach che comprai nel 1996 e la utilizzai subito con mi figlio, per ogni graffio del gatto o ginocchio sbucciato potesse succedere.

Questa meravigliosa crema è molto leggera, emolliente, non contiene profumo ed è prevista per le pelli sensibili e delicate. Di fatto, la utilizzo su tutti i piccoli problemi della pelle: brufoli, ferite, prurito, bruciature, perfino sulle labbra secche (lo so… qualcuno potrebbe obiettare, ma su di me fa ottimamente il suo lavoro. Prova anche tue mi saprai dire!).

La composizione è la stessa del Rescue Remedy con l’aggiunta di un sesto fiore: il Crab Apple, il fiore del melo selvatico, il quale ha la funzione di disinfettare ferite e pulire le emozioni.  

Gli altri prodotti Fiori di Bach per il pronto soccorso

Oggi, con la tecnologia moderna, molti altri prodotti sono stati messi sul mercato e ti aiutano ad assumere il Rescue Remedy sotto forme diverse. Sono molto facili da tenere in casa o in borsa, per ogni evenienza, come ad esempio:
– il Rescue Remedy in granuli, che puoi utilizzare come fosse un rimedio omeopatico, mettendo 3-4 granuli sotto la lingua;
– il Rescue Remedy per la notte: al rimedio composito è stato aggiunto il White Chestnut per ridare calma alla mente sovraffollata di pensieri ricorrenti;
– le pastiglie contenenti il Rescue Remedy, ideale per i bambini o in qualunque altro, momento in modo semplice e veloce: a casa, in viaggio, al lavoro…
– e il Rescue Remedy in spray, molto conveniente, in quanto puoi spruzzarlo sia sulla pelle per i problemi cutanei, ma anche puoi dare uno spruzzo in bocca al posto delle solite gocce.

Inoltre, alcuni di questi prodotti non contengono alcool, profumi, zucchero o glutine, proprio per esigenze particolari come quelle dei bambini o persone con problematiche specifiche.

Chi può assumere il Rescue Remedy

Quando studiavo i Fiori di Bach al Bach Center (Sotwell – UK), alla domanda “Chi può assumere i Fiori di Bach”, l’insegnante rispose così: “Tutti!

Le persone

Come ho scritto sopra, tutti possono beneficiare del Rescue Remedy.

I neonati e bambini

La nascita è un momento delicato e spesso traumatizzante per il poppante. Alcune gocce di Rescue Remedy possono aiutarlo a trovare la sua dimensione e a incarnarsi bene nel corpo fisico.

Più avanti, durante la crescita, i bambini sono spesso sottoposti a traumi emotivi per mille ragioni che gli adulti a volte non recepiscono come, ad esempio, quando guardano un film violento e hanno poi degli incubi, o le vittime di bullismo che non riescono a parlarne con insegnanti e genitori.

Gli adolescenti

Inoltre, anche gli adolescenti possono beneficiare di questo rimedio floreale. In quanto genitore, nonno o insegnante, nell’ascoltare un adolescente parlare, possiamo capire i suoi turbamenti, il cambiamento fisico e ormonale che avviene e lo scombussolano.

Gli adulti

Anche gli adulti e le persone anziane possono assumere queste gocce. Molte sono le situazioni che affrontiamo e viverle con serenità aiuta sentirci bene, poter agire al meglio delle nostre possibilità e avere relazioni migliori.

Gli animali

Il Rescue Remedy agisce particolarmente bene sugli animali. Tutti!

Personalmente, ho aiuto una mia gatta, Anthea. Aveva pochi mesi quando mi è stata regalata ed era piena di pulci, diarrea e aveva paura degli umani. Dopo alcune visite dal veterinario, e aver pagato diverse analisi delle feci senza nessun risultato positivo, decisi di darle alcune gocce di Rescue Remedy. In pochi giorni, non solo la diarrea era sparita, ma la gattina era diventata più socievole, mi cercava e faceva le fusa. Era diventato più facile darle l’antipulci e sverminarla, senza che ne risentisse.

In un ‘altra occasione, ho aiuto la mucca di un mio amico, la quale aveva sviluppato una mastite dopo che il vitello le era stato tolto. Abbiamo deciso di applicare la crema dei Fiori di Bach sulla mammella e di aggiungere alcune gocce di Rescue Remedy nell’acqua da bere, sia per la madre che per il suo vitello. In pochi giorni, la situazione si è normalizzata e gli animali stavano bene.

Le piante

Se queste gocce agiscono molto rapidamente con gli animali, devo ammettere che ci vuole un po’ più di tempo per le piante. Infatti, le piante sono essere viventi con una grance comprensione della Vita e dell’Universo, e spesso siamo noi, esseri umani, a maltrattarle. Anche perché non le comprendiamo le loro necessità, né le ascoltiamo quando comunicano il loro malessere. A questo proposito, ti consiglio di leggere “La vita segreta delle piante” di Peter Tompkins e Christopher Bird.

Le piante ci amano, se noi le amiamo a nostra volta. Lo vedo chiaramente quando annaffio le mie: alcune scoppiano di salute, altre mi comunicano silenziosamente che vorrebbe più luce, o più ombra. Alcune piante amano la compagnia di altre piante, mentre altre sono solitarie. Ci hai mai fatto caso?

Ora, da quando aggiungo poche gocce di Rescue Remedy nella loro acqua, vedo che si riequilibrano, a loro ritmo, e vivono più felici. Alcune fioriscono di nuovo, dopo anni senza aver prodotto nessun fiore, come se il rancore o il risentimento fosse stato dissolto.

Come utilizzare il Rimedio di emergenza

Inizio dicendoti che, oggigiorno, il Rescue Remedy è disponibile in molti esercizi commerciali: farmacie, erboristerie e anche on-line (puoi cliccare sui nomi dei diversi Fiori di Bach sopraindicati per poterli ordinare facilmente e rapidamente e avere maggiori informazioni in merito).

La bottiglia stock

Il tuo primo acquisto potrebbe essere quello di una bottiglia stock di Rescue Remedy.
“Bottiglia stock” è il nome dato all’essenza floreale pura che potrai diluire nelle diverse bottiglie-trattamento che potrai andare a comporre secondo le tue necessità.

In questo caso, metterai 4 gocce (della tua bottiglia stock) in un bicchiere d’acqua e berrai alcune sorsate ogni 3/5 minuti. Anche più spesso se ne senti il bisogno. Trattieni il liquido per poco tempo in bocca prima di deglutire.

Per i bambini piccoli, puoi mettere le gocce nel biberon. Mentre per gli animali, le metti nella ciottola dell’acqua messa a sua disposizione. Mentre per le piante, metti le gocce nel contenitore che utilizzi per annaffiarle.

Preparare una bottiglietta-trattamento

Quando lo shock è stato forte e la persona ci mette un po’ a riprendersi, potresti preparare una bottiglietta-trattamento ad hoc e utilizzarla nel modo seguente:
– prendi una bottiglietta di 30 ml, di colore marone o blu scuro, e con un contagocce;
– riempila d’acqua e aggiungi 4 gocce della tua bottiglia stock (quella che hai comprato in negozio);
– assumi, o fai assumere, 4 gocce di questa miscela:
direttamente in bocca (senza toccare con le dita o le labbra il contagocce;
– in un bicchiere d’acqua come spiegato sopra;
sulla pelle dei polsi, sulle tempie e/o dietro le orecchie, con un leggero massaggio.

Nota importante

Il Rescue Remedy non è un prodotto da assumere quotidianamente credendo di risolvere tutte le situazioni. Se chi lo assume non ne ha bisogno, questa essenza floreale non agirà!

Quando la persona è “in equilibrio”, non ha bisogno di altro.

Mentre ne trarrà profitto se si troverà “fuori equilibrio” a livello emotivo, fisico e/o mentale, a causa di un trauma, che esso sia fisico, emozionale o mentale.

Il tuo consulto con i Fiori di Bach

Se dopo aver letto l’articolo non sai se, per te o per un tuo caro, sarebbe più utile il Rescue Remedy o un’altra essenza floreale, puoi prenotare un tuo consulto personalizzato.
Quando ho conosciuto per la prima volta i Fiori di Bach e leggevo le informazioni di ogni essenza, mi sembrava di aver bisogno di tutte quante! Credo che possa succedere ance a te.

A questo serve il floriterapeuta: a scegliere solo quei Fiori che ti aiuteranno veramente. Se dovessi assumere delle essenze floreali scelte a caso, forse non otterrai il risultato sperato. Questo perché la selezione è molto importante, che sia per aiutare te stessa, per aiutare un tuo figlio o un tuo animale, non esitare.

Fisseremo un appuntamento, anche a distanza, durante il quale potrai esporre la tua situazione. Ti ascolterò e spiegherò le qualità positive di ogni Fiori di Bach che avremo selezionato. Inoltre, se verrai in studio, nel prezzo del consulto è compresa la tua bottiglietta-trattamento.

Recapitolando…

Spero che le mie informazioni possano aiutarti a ritrovare la serenità interiore. Spesso, ho notato che non ci sono altre alternative, se non prendere alcune gocce con i Fiori di Bach giusti e riequilibrare le nostre emozioni.

Per quanto mi riguarda, i Fiori di Bach mi hanno salvata! Sì, è così.
Ho potuto lavorare sulla rabbia, sulla pazienza o sul troppo pensare che mi creava insonnia. Ho avuto la possibilità di riconoscere le mie emozioni, capire quelle dei miei cari e andare avanti agendo in modo diverso e più adeguato alle situazioni che mi si presentavano.

A presto,
Nathalie  

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.