meditazione per la gratitudine

Meditazione per la Gratitudine

Sempre più spesso si parla di Gratitudine, con la G maiuscola. Non solo perché la gratitudine è importante, ma perché è importante visto che può cambiarti la vita. Inoltre, questa meditazione per la gratitudine può veramente modificare il tuo modo di comprendere la tua vita.

Inoltre un senso di gratitudine, profondo e veramente sentito, crea cambiamenti nella tua energia e la innalza tutta: quella dei tuoi chakra, della tua aura, delle tue emozioni e anche quella dei tuoi pensieri.

Perché provare gratitudine?

Tutti i più grandi maestri, dal Dalai Lama a Mahatma Gandhi, da Omraam Mikhaël Aïvanhov a Thich Nhat Hanh, insegnano che la gratitudine è un sentimento tra i più importanti, al pari all’amore incondizionato e alla compassione.

Infatti, la gratitudine è un’emozione simile all’apprezzamento e la ricerca indica che tutti possiamo trarre beneficio da questo sentimento che ci permette di esprimere un “grazie” per qualcosa che abbiamo o viviamo nella vita.

Quando proviamo gratitudine inviamo all’Universo il segnale energetico che riconosciamo ciò che abbiamo e che non lo diamo per scontato:
– persone care che riusciamo a incontrare spesso;
– un lavoro che ci piace;
– un tetto sulla testa e un letto caldo di notte;
– cibo sul tavolo ogni giorno, anche da poter condividere con altre persone;
– la possibilità di andare a scuola, imparare, crescere…;
– la scelta di dire, agire, interagire come più ci piace;
– uno stipendio che ti aiuta a comprare e regalare ciò che vuoi a figli, partner ed amiche, amici…

Meditazione per la gratitudine

Oggi, condivido con te questa meditazione, non solo perché oggi la meditazione è diventata un aspetto importante della vita, ma perché quando mediti e provi gratitudine, dai a te stessa la possibilità di migliorare ogni aspetto della tua vita, quegli aspetti che prima non andavano esattamente come volevi.

Credo che, in realtà, la gratitudine che puoi provare o proverai dopo la meditazione ti aiuterà a concentrarti su alcuni aspetti importanti per te, fino a farli diventare una realtà concreta (quando vorresti averne di più).

Preparazione alla meditazione per la gratitudine

Mi piace prepararmi come per un rituale personale, con una doccia o un bagno caldo, abiti puliti e di colori chiari, e sistemarmi in un luogo tranquillo in cui non essere disturbata per 20/30 minuti.

Ricordati di spegnere il cellulare e telefono ed allontanare bambini e animali. Se ti serve, metti sulla porta un cartellino su cui scrivere di non essere disturbata. Oggi, troppo spesso, ci troviamo confrontati alla mancanza di rispetto dello spazio altrui.
Questa meditazione ti può anche insegnare a dire di no: “non adesso; ci vediamo fra poco”.

Cosa tenere con te per la tua meditazione

Hai bisogno di:
– una candela (del colore che più ti piace in quel momento);
– un po’ d’acqua in un bicchiere
– uno o più fiori o una piantina
– un bastoncino di incenso (della profumazione che ami);

la meditazione per la gratitudine

Segui la mia procedura, ma ricordati che, nel tempo, potresti modificare alcuni passi di questa meditazione seguendo la tua intuizione.

Inizio della meditazione

Chiudi gli occhi e fai alcuni respiri lenti e profondi;

Rilassa tutto il  corpo, o partendo dai piedi e risalendo lungo le gambe verso le spalle e la teste, oppure scendendo dalla testa e muscoli del volto verso il busto fino ai piedi;

Mentre respiri sempre più lentamente e profondamente, prendi consapevolezza dell’aria che passa nelle narici ed entra nei polmoni e ringrazia quell’aria. Poi, quando espiri, senti l’aria calda che esce dal tuo corpo, senti i polmoni che si svuotano e ringrazia i tuoi polmoni che fanno uscire da te le energie pesanti;

Permettiti di sentire di essere viva, completa, vitale… 😊 e ringraziati, perché passi del tempo con te stessa e per te stessa.

Prova gratitudine per le energie attorno a te

Ora, oltre al tuo corpo fisico, inizia sentire le energie che ti circondano:
– la temperatura della stanza in cui ti trovi e ringraziala;
– un venticello che ti accarezza al guancia, ringrazialo;
– un profumo che tocca le tue narici, e ringrazia l’Essere di Luce che ti viene a trovare e condivide con te quel celestiale profumo;
– un’intuizione che si affaccia alla mente… ringrazia le Guide o Angeli che ti hanno inviato quell’intuizione;
– e inizia a osservare queste energie, lasciale fluire, accettale e ringraziale.

Gratitudine per il tuo corpo fisico

Ora, ritorna al tuo corpo fisico e osserva dentro di te: ossa, organi, colonna vertebrale… passali uno dopo l’altro in rassegna e senti cosa vogliono comunicarti.

Se ne senti la necessità, assesta il peso del corpo sulla sedia o il letto dove ti trovi; raddrizza la colonna vertebrale, è ben dritta? Ringraziala. E ricordati di respirare lentamente e profondamente e ringrazia i tuoi polmoni e tutto l’apparato respiratorio.

Passa uno dopo l’altro i tuoi organi interni:
– il tuo stomaco e ringrazialo;
– il pancreas e ringrazialo;
– il diaframma e ringrazialo;
– l’intestino e ringrazialo;
– le ossa del corpo e ringraziale;
– la pelle e ringraziala;
– i muscoli e ringraziali;
– ecc.

Lasciati inondare, invadere, riempire dall’energia della Gratitudine. Non reagire a quello che puoi provare, percepire o sentire… lascia che l’energia fluisca. Accettala e ringraziala.

Gratitudine per le tue sensazioni

Quando hai passato in rassegna tutti gli organi e le parti del tuo corpo, potresti voler entrare in comunicazione con le parti ed organi del tuo corpo: chiedi loro come stanno, cosa vorrebbero che tu facessi per loro, come puoi nutrirli meglio…

In questo modo, porti la tua attenzione alle tue sensazioni e potresti vedere colori, sentire suoni, percepire presenze o spostamenti d’aria, e ringrazia queste sensazioni.

Alla fine, quando senti di avere finito, apri lentamente gli occhi. Ritorna nella consapevolezza quotidiana, prendi coscienza del tuo corpo fisico.

Sii grata per gli Elementi

Ora stai entrando nell’ultima parte della tua meditazione, per cui continua ad essere presente a te stessa e:
– prendi il tuo fiore, odora il suo profumo, tocca i petali, osserva i suoi colori… e mettilo nell’acqua e ringrazialo;
– ringrazia il tuo corpo e i tuoi sensi perché puoi toccarlo, sentirlo, vederlo… ringrazialo;
– accedi la candela e osserva la fiamma, senti il caldo che emette, il senso di calore e presenza che ti dà… e ringraziala;
– continua a respirare profondamente, lentamente, pensa alle persone che conosci, she si trovano in altre stanze della casa, o che incontrerai fra poco. Ringraziale per essere nella tua vita, per le lezioni che ti aiutano ad imparare, per l’affetto che ti danno, per l’aiuto che ti offrono… ringraziale di nuovo;
– ora, porta l’attenzione alla sedia su cui sei seduta (o il letto su cui sei coricata) e senti la superficie del mobile sulla tua pelle, e ringrazia;
– senti il contatto dei tuoi piedi con la Terra e l’energia che sale dalla Terra verso il tuo corpo. Ti sta dando energia e vitalità. Ringrazia la Madre Terra per averti accolta in quanto essere umano e per la vita che ti permette di vivere in questo momento;
– prendi tra le mani il contenitore d’acqua e ringrazia l’acqua, pensando alla sua origine, ai fiumi, ai mari, ai laghi che ti permettono di bere ogni giorno. Bevi un sorso e senti l’acqua che scende nella tua gola e arriva fino allo stomaco. Ringraziala.

Conclusione

Come avrai notato, i diversi elementi della meditazione ti hanno fatto andare in profondità dentro di te: corpo, cuore e spirito ed anche fuori di te: stanza, sedia, aria, oggetti che hai scelto di avere con te.

Prima di ritornare alla tua vita quotidiana, ringrazia ancora una volta la stanza in cui ti trovi, la sedia su cui sei seduta, l’aria che hai respirato, gli oggetti che hai utilizzato e hanno partecipato alla tua meditazione per la gratitudine.

Guarda la fiamma della candela… se vuoi continuare la tua meditazione, fallo…
Se invece preferisci smettere, spegni la candela e ritorna alla tua normalità, con il cuore pieno di gratitudine per te e per la tua vita.
Spesso, quando intendo praticare Reiki, faccio prima questa meditazione per la gratitudine, poi inizio con il trattamento. Noto che la differenza di energia è tanta, più leggera, più forte, più amorevole e compassionevole. Prova anche tu…

Ogni volta che lo vorrai, puoi fare di nuovo questa meditazione profonda e armoniosa. La gratitudine ti dà quel senso di benessere che altri sentimenti non possono darti. E’ completa, usala! 😉 Potresti anche scegliere di registrarla e ascoltarla quando preferisci.

Ti ringrazio dal più profondo del cuore per aver letto questo mio articolo. Spero che vorrai fare questa meditazione e ne avrai tanti benefici, per te e per la tua vita.

A presto,
Nathalie

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *