Nathalie Aurouze
crescita personale e benessere olistico

perché scegliere il reiki

Perché scegliere il Reiki

Anche se oggigiorno il Reiki è una delle tecniche energetiche più conosciute tra quelle esistenti, ho notato che molte persone non sono abbastanza informate prima di scegliere un corso. Inoltre, spesso, non riescono a crearsi la loro idea personale sul perché scegliere il Reiki.

Le tecniche complementari

Quando studiavo i Fiori di Bach al Bach Centre, con le mie colleghe avevamo discusso della differenza tra tecniche complementari e alternative. Alla fine, eravamo arrivate alla conclusione che i Fiori di Bach come anche il Reiki, sono a tutti gli effetti delle tecniche complementari.

In effetti, la nostra considerazione partiva dal fatto che si può agire in modo diversificato sui disaggi e malesseri della persona, modalità in cui il Reiki diventa complementare alla medicina ortodossa. E non solo! Oggi, molti ospedali del mondo formano delle equipe mediche che praticano il Reiki sui loro pazienti in complemento alla medicina ortodossa.

Scegli il tuo obiettivo

Prima di iniziare a pensare di ricevere un trattamento o conseguire un corso di Reiki, penso che sarebbe utile fermarti un momento per capire esattamente cose vuoi ottenere dall’energia del Reiki.

Se alla base della tua scelta, c’è un dolore fisico o un malessere emotivo, qualsiasi sia la sua origine fisica (che potrà essere determinata dal tuo medico), il trattamento ti aiuta a livello energetico in due modalità diverse.

Il Reiki aiuta a scogliere i blocchi energetici

Prima di tutto, il Reiki scioglie i blocchi energetici in quelle parti in cui troppa energia viene accumulata e impedisce il fluire normale dell’energia. Quando queste congestioni energetiche si formano, la tua energia generale rallenta e potresti sentire di non avere abbastanza forza, oppure sentirti depressa, triste, svuotata…

Il Reiki aiuta ad aumentare la tua energia

D’altra parte, altre parti del tuo corpo o della tua aura potrebbero mancare di energia, proprio perché essa non scorre normalmente. In questo caso, il Reiki permette di rimettere in moto il flusso naturale della tua energia, grazie all’energia del Reiki che ti dà l’operatore e dopo poco, inizierai a sentirti meglio.

L’ideale sarebbe di prenotare almeno 4 trattamenti in circa 2 settimana per riequilibrarti, poi fare alcune sedute mensili di mantenimento, prima che altre congestioni o vuoti si creino di nuovo.

Le varie tradizioni di Reiki

Quando il Reiki fu riscoperto da Mikao Usui, poi venne diffuso per la prima volta negli Stati Uniti grazie al lavoro della sig.ra Hawayo Takata, i Paesi occidentali non sapevano cosa fosse né come funzionava. Poco a poco, questa grande maestra è riuscita, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, ad aprire una strada nuova per la diffusione delle tecniche olistiche ed energetiche.

Con il passare del tempo, molte altre persone hanno avuto grandi intuizioni e ricevuto molte informazioni nuove sulle tecniche energetiche e questo immenso impegno ha permesso loro di creare delle tradizioni di Reiki nuove, anche se sono tutte basate sull’Energia Vitale Universale. Questi sono solo alcuni nome delle tradizioni che ho studiato, pratico ed insegno (ogni link ti offre ulteriori maggiori informazioni sulla tradizione indicata)-

Le tradizione di Reiki presso La Via del Sorriso

Usui Reiki Shiki Ryoho, di solito chiamato Reiki Usui, il cui fondatore è Mikao Usui;
Angel Reiki, che abbina i 4 simboli del Reiki Usui agli Arcangeli;
Reiki degli Angeli, tradizione che lavora con le energie dei valori umani e della Natura;
Shamballa Reiki, per lavorare su tutti i livelli dell’essere, anche con i Maestri Ascesi e Arcangeli (lo sto studiando ed è veramente fantastico!);
Crystal Reiki, per lavorare con i cristalli, la geometria sacra dell’Universo e l’energia del Reiki;
Potenziamento Reiki per l’Abbondanza e il Successo, il Money Reiki e Money Reiki per una Nuova Realtà, sull’energia del denaro e ti aiuta a lavorare su di te per aumentare l’abbondanza in ogni settore della tua vita;
Karmic Reiki, per pulire e sanare il karma e tutte le sue sfumature e accompagna ottimamente le letture dei Registri Akashici;
Reiki della Fiamma Viola, con la compassione e l’amore incondizionato di Kwan Yin…  

Un’ampia scelta tra cui scegliere

Oltre altre tradizioni sopranominate, esistono altre tradizioni come il Celtic Reiki, Karuna Ki, Reiki Karuna, Reiki dei Delfini di Atlantide, Holy Fire Reiki, Lightarian Reiki, ecc.

Come vedi, la scelta è ampia e non è sempre facile orientarsi in questo dedalo di informazioni, corsi e insegnanti che si propongono sul mercato. Senza parlare che, oltre alla scelta della tradizione Reiki che più ti piacere, queste tradizioni sono organizzate con dei livelli di apprendimento in modo che, se lo desideri, tu possa imparare e avanzare nella tua formazione.

Come scegliere la tua tradizione di Reiki

Penso che la cosa migliore che tu possa fare è informarti. Quando una tradizione di Reiki sembra corrispondere al tuo obiettivo e ai tuoi valori, allora chiama l’insegnante ed esplora le varie possibilità che ti si presentano e poni le tue domande.

Com’è organizzato il corso?

Ad esempio potresti trovare delle informazioni simili sulla stessa tradizione, ma con Master diversi e in luoghi diversi. Ognuno organizza i propri corsi come pensa sia meglio, in un centro olistico, in una sala in affitto, on-line… Cos’è meglio per te? Cosa preferisci?

Qual è il tuo obiettivo primario?

Forse non lo sai ancora, ma ci sono tradizioni di Reiki che sono più centrate sull’aspetto meditativo, altre hanno un’energia che agisce di più a livello fisico della persona, oppure maggiormente a livello sottile. Pensaci prima di deciderti.

Quanto costa?

Non tutti i Master chiedono lo stesso compenso per un corso della stessa tradizione. E’ una scelta personale del Master che non si può discutere perché ognuno ha un’organizzazione diversa e delle spese diverse (affitto, materiale, tempo, investimento in formazione…) ed è giusto che riceva un giusto compenso per il suo lavoro.

Da parte tua, puoi scegliere quanto vorresti spendere e quali informazioni riceverai per il compenso pattuito. Ci sarà un manuale? Riceverai un attestato?

Qual è la formazione del Master?

Come saprai, non è un corso che, da solo, può creare un buon insegnante. Alcune persone credono che seguire un corso permetta loro di crearsi un lavoro, mentre credo che un corso sia l’inizio di un percorso. Per me, occorre prima di tutto studiare con costanza e perseveranza per estendere le tue conoscenze in campi diversi. Inoltre, imparare altre discipline, come l’anatomia fisica o sottile, la cromoterapia o la meditazione, può aiutarti ad approfondire e capire meglio ciò che stai facendo quando pratichi il Reiki.

Chiedi il programma del corso: di cosa parlerete? Farete delle prove pratiche di trattamento durante il corso?

Perché scegliere il Reiki: le sue qualità

Ovviamente, scegliere la tua tradizione di Reiki può richiede un certo investimento in termini di tempo ed attenzione. Eppure non devi fermati qui! Pensa alle qualità che vorresti che il Reiki ti portasse.

Personalmente, credo che il Reiki sia una base fondamentale del mio lavoro olistico, perché in esso ho trovato delle qualità molto importanti che mi hanno aiutato in tanti modi diversi. Pertanto, quando pensi a te stessa come a un’operatrice olistica, prendi in considerazione le mie seguenti considerazioni come anche le qualità del Reiki stesso.

Il Reiki è gentile, efficace e rilassante

Queste sono tre delle principali qualità del Reiki, di qualsiasi tradizione, che vengono riscontrate da tutte le persone che ricevono o danno Reiki ad altri. In effetti, anche se l’energia viene passata con la persona completamente vestita, anche con una coperta, la sua efficacia è sempre gentile e potente.

Inoltre, non ti servono attrezzi speciali e costosi: hai bisogno soltanto di un’iniziazione, delle giuste informazioni e delle tue due mani. Alla fine di un corso, puoi iniziare fin da subito a praticare Reiki.

L’energia del Reiki è sempre disponibile

Una volta che hai conseguito un corso di 1° livello, avrai sempre a disposizione questa energia, questo per tutta la vita, che tu pratichi o meno. Sarai sempre in grado di dare Reiki a chi ne ha bisogno e te lo chiede, anche se non avrai utilizzato le tue capacità da molto tempo.

Ricordati anche che, di solito, con un corso di 2° livello, puoi inviare l’energia a distanza.

I benefici del Reiki non si limitano alla tua iniziazione

Quando iniziai a praticare Reiki nel 1997, cominciai anche a notare in me cambiamenti in meglio, che riguardavano mio atteggiamento, il mio modo di fare e di provare emozioni.

Da allora, ho notato anche che questa meravigliosa energia ha un dono inaspettato: scioglie la rabbia antica che tieni nel cuore e tu diventi più attento, calmo e gentile.

Il Reiki ti fa rinascere

Come ho detto prima, spesso il Reiki disperde le emozioni negative come la paura, la timidezza, la tristezza, la mancanza di fiducia in se stessi, il senso di colpa, ecc.

L’effetto positivo del Reiki non si diffonde soltanto nel tuo corpo fisico, ma anche nelle tue emozioni e tu diventi più consapevole, più attento alle situazioni e persone attorno a te.

In conclusione

La tradizione che cerchi e che andrà bene per te esiste sicuramente, lo hai letto sopra quando ho elencato alcuni nomi tra i più conosciuti di Reiki.

Ma poi, io mi domando: perché fermarsi a studiare una sola tradizione? Prima di comprendere che il Reiki si “suddivide” in tante forme di Energia Vitale, ognuna con le sue qualità e caratteristiche, mi sentivo quasi limitata dal Reiki Usui, anche se mi era stato utile per allargare il mio mondo, le mie conoscenze e la mia possibilità di aiutarmi da sola.

Quindi ti chiedo di esplorare e scegliere quella tradizione di Reiki che più si adatta a te, nel momento presente.

Il Reiki è un percorso di apprendimento, crescita e benessere. Per me, è la Via del Sorriso, come il nome del mio studio. 😊 Ricordati che non è mai troppo tardi per farti del bene! Contattami se ti servono altre informazioni, anche se spero di essere stata esaustiva.

Ricordati di lasciare il tuo commento qui sotto, anche le tue domande. Ti risponderò personalmente!

A presto,
Nathalie

Se questo articolo ti è piaciuto,
condividilo cliccando sui bottoni qui sotto!
Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.